Criteri utilizzati dal gruppo “Nome e Simbolo” per l’individuazione dei nomi candidati.

Il gruppo nome era composto da:

Lara Benazzi
Luigi Branchetti
Italo Campagnoli
Mimma Greco
Giulio Milani
Giovanna Piparo
Gianni Principi
Marco Tanda
Roberto Brambilla
Claudio Mazzoccoli

  1. Per prima cosa sono stati raccolti i nominativi proposti dalla rete (circa150)
  2. Questi nominativi sono quindi stati inseriti nella prima lista di voto (originale)
  3. Per ciascuno di essi è stato individuato l’equivalente  dominio web (quello che si forma direttamente dal nome)
    ad ex:
             (TRE ELLE), LIBERTA’, LEGALITA’, LAVORO  —> Liberta Legalita Lavoro—> libertalegalitalavoro
  4. Per ciascuno dei domini interessati è stata condotta la “Analisi di esistenza Dominio” verificando la disponibilità o meno del/dei domini con estensione
    .it,  .eu , .org
  5. A ciascuna delle estensioni è stato assegnato un peso legato alla importanza della estensione (supponendo che il dominio .it sia il più importante)
Analisi Esistenza Dominio
Estensione Peso
.eu 19%
.org 30%
.it 51%

Chi ha tutti i domini disponibili ha 100%,  chi ha solo .eu ha 30% e cosi’ via…

Questo ha condotto ad una prima valutazione, dato che i siti che avevano disponibili tutti i domini avevano un valore del 100%.
Tale valutazione è, ovviamente da prendere con cautela, dato che sicuramente i nomi più disponibili sono anche quelli meno INTERESSANTI.

 

  • A questo punto è iniziata la fase vera e propria di “VALUTAZIONE” dei nomi.  Il Gruppo nome  ha preliminarmente deciso QUALI CRITERI sarebbero stati impiegati nella valutazione e, fatto 100 il totale, quale peso ciascuno di essi avrebbe avuto. Alcuni criteri erano chiaramente POSITIVI, altri NEGATIVI.
    Ciascun membro ha fornito la sua valutazione.
    Alla fine si è giunti allo schema dei criteri con relativo peso.. (Figura 1)

                     
              FIGURA 1
  • A questo punto, ciascun membro del Gruppo Nome ha ricevuto l’elenco contenente i nomi e, per ciascun nome, tutti i criteri sui quali esprimersi
    (FIGURA 2)
    I Livelli (da 0 a 5) sono stati tradotti come segue

 

Massimo Livello Moltissimo Molto Abbastanza Livello Minimo Per niente
5 4 3 2 1 0



FIGURA 2

 

  • Per la singola persona, il risultato era, ovviamente, una classifica il cui esempio è riportato in Figura 3

 

FIGURA 3

  • Una volta acquisiti i file da ciascuno del partecipanti, è stata effettuata la “media pesata” delle singole classifiche. Questo in genere si fa prendendo come riferimento tre valori: MINIMO, MASSIMO e MEDIO, e assegnando a ciascuno di essi un peso. Nel nostro caso ecco quali sono stati i pesi adottati, che danno al valore medio il peso piu’ importante (per “addolcire” in modo matematico le differenze più forti).

 

20% 40% 20%
Minimum Average Maximum


  • Questo ha portato ad un punteggio finale, detto “SCORE”, che si vede in Figura 4



    FIGURA 4
  • A questo punto,  è stato sufficiente prendere i primi 5 NOMI restituiti dallo strumento 
    Figura 5


    FIGURA 5

 

Cerca