I partecipanti

I partecipanti

Il 28 dicembre 2013 Lista civica italiana con la Lista dei cittadini, con SEL ed alcune associazioni locali, ha indetto una manifestazione per solidarizzare con l’associazione “Difesa terre joniche” che stava attuando uno sciopero della fame per sollecitare il governo Letta a decretare lo stato di calamità per il nubifragio che ha colpito il Metapontino il 7 e 8 di ottobre causando gravissimi danni all’agricoltura ma anche alle imprese commerciali e alle famiglie nei centri abitati di Marconia, Bernalda, Scanzano, Montescaglioso, Ginosa nonché la perdita di 4 vite umane. Durante la manifestazione si sono anche raccolte le firme da inviare al governo per sollecitare i provvedimenti del caso. La manifestazione voluta da Lista Civica Italiana e dalla Lista dei Cittadini è stata boicottata dai partiti tradizionali (PD, FI, CD, ed altri) tranne SEL che ha aderito e collaborato con noi e con alcune associazioni. Lo sciopero della fame si è tenuto a Matera davanti alla prefettura ed è durato dal 24 dicembre al 29 dicembre ed è stato sospeso dopo la venuta a Montescaglioso del prefetto Gabrielli responsabile nazionale della protezione civile che ha comunicato che nel primo consiglio dei ministri del 2014 saranno presi i provvedimenti l’oggetto della manifestazione. La manifestazione si è conclusa alle 18,30 con l’intervento finale dell’ing. Rocco Caramuscio iscritto a Lista Civica Italiana.


Cerca