Lista Civica Italiana ha organizzato per questo fine settimana un incontro paritetico e aperto a tutti/e per valutare la possibilità di costituire un Comitato di Liberazione Nazionale e far rivivere lo spirito che ha portato alla rinascita dell’Italia nel nome dei principi costituzionali della solidarietà, della democrazia e della centralità della persona.

Questa proposta – che sarà affrontata nel pomeriggio di sabato – nasce dal fatto che una miriade di enti attivi sul territorio non condividono le politiche molto poco attente ai bisogni dei cittadini/e attuate più o meno apertamente dai governi che si sono succeduti negli ultimi 30 anni.

Con l’approvazione dell’Italicum – la legge elettorale che toglie potere e possibilità di partecipazione agli elettori – la deriva della politica italiana si è fatta ancora più evidente sia nella scarsa considerazione del parlamento che nei contenuti.

Le buone pratiche messe in atto da decenni da migliaia di gruppi che hanno saputo costruire iniziative meravigliose per l’ambiente, per il sociale e per la creazione di lavoro sostenibile non bastano: occorre tradurle in pratica e rappresentanza politica. Occorre quindi impegnarsi per valorizzare e aggregare tutte queste spinte vitali che rischiano di essere spazzate via con un decreto legge.

L’obiettivo delle giornate di Bologna – partendo dal dato di realtà del grande individualismo che caratterizza il popolo italiano – è quello di trovare una formula per fare politica in un modo nuovo, trasversale, partecipato e senza leader, recuperando la centralità dei cittadini/e e valorizzando grazie alla messa in rete le esperienze locali. Collante di tutto: i principi costituzionali.

La mattinata di sabato sarà dedicata alla valutazione di come organizzare una campagna a rete per la riforma fiscale a partire dal dettato dell’art.53 della Costituzione che prevede progressività e tassazione in ragione della capacità contributiva: l’opposto di ciò che accade attualmente!

E’ prevista la presenza di rappresentanti di Prima le persone, Associazione Articolo 53, Associazione Buonsenso e Legalità, Associazione Civica Mantovana, Associazione Energia Felice, Candidati senza voce, CoscienzaComune, CoscienzaComune, La Nostra Italia, Libertà di Movimento, ORA, Noi Cittadini Sovrani, Partito Umanista, Progetto Federale, Resistenza Femminista, Rete delle Alternative.

Domenica 10 maggio si terrà l’Assemblea nazionale di Lista Civica Italiana: è prevista la partecipazione dell’avv. Carlo Felice Besostri, membro del pool che ha vinto il ricorso alla Corte Costituzionale contro il porcellum.

Per informazioni, per il programma e per iscriversi http://www.listacivicaitaliana.org/bologna-2015/

Cerca