Lista Civica Italiana ha seguito in questo ultimo mese tutti i concitati eventi che hanno caratterizzato l’arrivo delle elezioni.
Innegabimente la fine anticipata della legislatura ha prodotto accellerazioni e semplificazioni che hanno fatto sorgere vecchie priatiche e vecchi comportamenti.
Abiamo visto in rapida sequenza un “tecnico” (ma chi l’aveva bevuta?) trasformarsi in un “politico”; abbiamo visto tutto un proceso interessante, come quello di “Cambiare si può” appiattirsi in una candidatura calata dall’alto e che, al di là della validita del Dott. Ingroia, rischia di vanificare qualunque rinnovamento della politica.
Abbiamo parlato con tutti, in special modo con gli amici promotori di Cambiare si può, con ALBA, con De Magistris e Ingroia nell’obiettivo, crediamo comune, di dare una  alternativa seria, costruttiva, nuova alla politica italiana.
Questo lavoro, svolto dal coordinamento di LCI, necessita ora la consultazione della base, come conviene alla nuova politica che parte dal basso, dalla società, dalla persone e non da qualunque vertice di partito o di gruppo di potere. Coerentemente con le idee di democrazia diretta e parteciva che LCI porta avanti fin dalla sua nascita, è stato attivato un meccanismo di consultazione sul sito www.listacivicaitaliana.org i modo che tuti gli aderenti possano decidere la linea politica ed, in particolare, ciò che deve fare LCI alle prossime elezioni.
Per votare e leggere il dettaglio della proposta:

http://www.listacivicaitaliana.org/2013/01/04/votazione-5-linea-politica/

Cerca