Lista Civica Italiana sostiene questa iniziativa e chiede di dare diffusione al presente comunicato.

Il COMITATO 16 NOVEMBRE ONLUS, Associazione per la Sla e le patologie altamente invalidanti, promuove, dalle ore 10.30 del 17 giugno p.v. un presidio a Roma presso il Ministero dell’Economia e Finanze al quale parteciperanno disabili gravissimi.
Ammalati di Sla tracheostomizzati, in carrozzina ed in barella, accompagnati dai loro familiari, ancora una volta costretti a mobilitarsi per richiamare l’attenzione del Governo sui temi forti che perseguono da anni.

Il Comitato 16 Novembre chiede al Governo:

1) La definizione di un Piano Nazionale per le Non Autosufficienze al fine di rendere esigibili DIRITTI, PRESTAZIONI E SERVIZI per tutte le persone non autosufficienti in Italia, senza disuguaglianze territoriali;

2) Riunioni programmate del tavolo interministeriale sulla non autosufficienza con cadenza almeno mensile per approvare il Piano entro novembre;

3) Alzare la dotazione del Fondo Nazionale della non Autosufficienza ad almeno 1 miliardo di euro nel 2016 e di 1,2 miliardi di euro nel 2017 al fine di garantire l’attuazione graduale in tutta Italia dei livelli essenziali di assistenza definiti nel Piano;

4) Ridiscutere l’ISEE, con ridefinizione di criteri e tabelle eque valevoli in tutta Italia, eliminando la possibilità di modificarle a livello regionale e comunale

Ricordiamo che il Comitato 16 Novembre ad oggi ha ottenuto:

1) un contributo di 100 milioni per gli ammalati di Sla (2010);
2) ripristino del Fondo Non Autosufficienza per un importo di 275 milioni di euro ( 2012 Governo Monti);
3) aumento del Fna fino a 350 milioni di euro (2013 Governo Letta);
4) Strutturazione del FNA per 250 milioni ed aumento fino a 400 milioni (2014 Governo Renzi)

IL PRESIDIO è FISSATO PER IL 17 GIUGNO A ROMA DAVANTI AL MINISTERO DELL’ECONOMIA E FINANZE A PARTIRE DALLE ORE 10.30

Il Comitato 16 Novembre ONLUS nasce nel 2010 come una rete informale di persone, malati di Sla, familiari e amici, che si riconoscono nella lettera aperta inviata al governo da Salvatore Usala e Alberto Damilano e considerano questa data un momento fondativo per la battaglia concreta dei malati in difesa della propria dignità e si impegnano a proseguire senza interruzioni il Presidio avviato il 16 novembre 2010 a Roma davanti al Ministero dell’Economia, sostanziandolo con azioni positive che non diano tregua alle Istituzioni inadempienti nei confronti del diritto alla salute scritto nella Costituzione.

Da allora il comitato è cresciuto, fino ad assumere dal 20 Gennaio 2012 la forma di Associazone ONLUS senza scopo di lucro. Per conoscere tutto sull’associazione e gli scopi che intende perseguire, puoi prendere visione dell’atto costitutivo.

Cerca